Ma che bella storia!

Scritto il .

P6050868700

Dopo 4 mesi si sono chiusi ieri, 5 giugno 2012, i martedì delle carte di Banca del Tempo. Vi chiederete di cosa stia parlando.

Mi riferisco al torneo di scala 40 che abbiamo lanciato alcuni mesi fa e che, da subito, ha assunto un'altra connotazione. Il martedì pomeriggio, dalle 16 alle 18 (due ore), presso la casa di Valentina, avevamo radunato 3 socie per un mini torneo che, nelle nostre intenzioni, voleva essere la risposta a un bisogno di socialità da parte di una persona con difficoltà a muoversi. La richiesta ha visto l'immediata adesione di Maria e Gabriella, mentre altre persone, che ci si aspettava aderissero, hanno declinato l'invito. Le nostre 3 socie non si sono perse d'animo nemmeno un momento e da un torneo di due ore sono passate a quattro ore (16-20) di gioco a carte, chiaccherate e merende assieme. Avete capito bene, hanno raddoppiato le ore di socialità e hanno aggiunto, al gioco delle carte, bibite pasticcini, libri e racconti. Il torneo è stato accantonato solo nell'aspetto agonistico, ma le discussioni, sui punti a scala 40 e su tutti gli argomenti della loro e nostra quotidianità, sono aumentate!!!

La storia è particolarmente interessante se si pensa che Valentina ha conosciuto Gabriella un'anno fa grazie alla BdT e che da allora si frequentano, con una continuità e puntualità degna di un'orologio svizzero, il pomeriggio del martedì. Gabriella e Maria hanno frequentato il primo corso di computer e hanno stimolato Valentina ad imparare a utilizzarlo anche lei. Sapete cosa è accaduto? La giovane amica ha recuperato un computer da qualche parente e adesso scrive lettere e, leggete con attenzione, EMAIL!!!

Non è finita quì. ieri sera sono andato a salutarle e, oltre a farmi passare quasi due ore in un baleno, hanno fatto una proposta molto interessante alla Banca del Tempo, promettendo di esserci venerdì prossimo all'incontro con il movimento della terza età. I contenuti della proposta ve li illustremo in un'altro momento, ma la cosa interessante è che da una piccola idea, il torneo di carte, sono nate amicizie, proposte per la comunità e una rete di sostegno tra pari.

Come non pensare che la fascia anziana dei nostri soci sia ricchissima di qualità? Segno che impegnarci nel lavoro con loro e per loro è la strada che dobbiamo percorrere.

Grazie giovani amiche per questa lezione e per i racconti e le proposte che ci avete fatto!! Ci rivediamo dopo l'estate!!

Flavio Passerini

 

Stampa

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.